l'ambiente

Conoscere il nostro impatto nei confronti dell’ambiente è stato il primo passo per imparare a proteggerlo

Progetti come il Free Route, lanciato da ENAV come primo ANSP in Europa a dicembre 2016, o l’A-CDM (Airport Collaborative Decision Making) hanno consentito, e consentono ancora, ai vettori di adottare soluzioni innovative in grado di ridurre sensibilmente la propria carbon footprint. Solo attraverso il Free Route, ad esempio, nel 2019 abbiamo consentito ai vettori di ridurre le proprie emissioni di circa 167 milioni di chili di CO₂1.

1 Nel 2020, i risultati sono condizionati dalle conseguenze derivanti dalla gestione dell’emergenza pandemica COVID-19 e la straordinaria riduzione delle attività di trasporto aereo.

Alla luce dell’impegno profuso in questi anni verso i propri clienti e anche in considerazione della crescente attenzione da parte delle istituzioni nazionali e internazionali alle iniziative finalizzate alla lotta ai cambiamenti climatici, nel 2020 abbiamo deciso di affrontare con ancora maggiore impegno e determinazione gli obiettivi insiti nel SDG n.13: Climate Action. 

Nonostante, infatti, ENAV sia un’azienda che per le proprie caratteristiche non ha significativi impatti ambientali, al fine di dare un segnale forte e concreto a tutto il settore del traffico aereo e non solo, abbiamo lanciato un ambizioso piano di riduzione delle nostre emissioni. In virtù di ciò, è stato elaborato un piano di azione che ci porterà, dal 2022, ad essere ad impatto climatico zero, superando e anticipando di quasi 10 anni i target dell’Unione Europea.

La Policy in materia ambientale

È stata definita e pubblicata sul portale aziendale una Politica ambientale per le Società del Gruppo, appropriata agli scopi aziendali, avente l’obiettivo di considerare i rischi e le opportunità di natura ambientale connessi allo svolgimento delle proprie attività, in conformità alla legislazione internazionale, comunitaria e nazionale, al fine di perseguire il proprio obiettivo primario creando valore sostenibile nel rispetto delle parti interessate. Tra i principali obiettivi strategici della Policy sono presenti in particolare: il contenimento delle emissioni di CO₂, l’uso razionale dell’energia, la corretta gestione dei rifiuti e il controllo degli scarichi di acque reflue.

mobile image

Environmental Management System

Avendo a riferimento la Politica ambientale del Gruppo ENAV, abbiamo implementato per le Società del Gruppo uno specifico Sistema di Gestione Ambientale - Environmental Management System - con la finalità di analizzare e migliorare le performance ambientali delle nostre attività e dei nostri servizi. Tra i principali obiettivi del SGA si possono considerare la riduzione del rischio di impatti ambientali negativi e la possibilità di indirizzare gli obiettivi di miglioramento verso lo sviluppo sostenibile. La norma internazionale presa a riferimento è la ISO 14001. Nell’ambito dello sviluppo del SGA Integrato, è stata inoltre avviata l’elaborazione di un’analisi ambientale in relazione alle attività svolte da ENAV, Techno Sky ed IDS AirNav in base a cui si procederà alla valutazione della significatività degli impatti individuati.

 

È stato infine aggiornato a settembre 2020 il sistema di Deleghe e Sub-Deleghe di Funzioni con il quale sono stati assegnati i poteri e le specifiche responsabilità in tema di tutela ambientale. I delegati di funzioni in ambito ambientale rendicontano in merito al loro operato ai soggetti deleganti attraverso specifici report di rendicontazione periodici.

Processi dell’Environmental Management System

Di seguito viene riportata una breve descrizione dei processi principali che costituiscono l’Environmental Management System:

Il processo ha lo scopo di valutare complessivamente le problematiche di natura ambientale, gli effetti e le performance ambientali relativi alle attività e ai servizi svolti nei siti dove operano le aziende del Gruppo. Il processo è finalizzato a supportare la determinazione delle caratteristiche del sistema di gestione ambientale.

Il processo è finalizzato all’identificazione degli aspetti ambientali e degli impatti associati alle attività/servizi delle società del Gruppo, sui quali le Società stesse possono esercitare un controllo (aspetti diretti) oppure soltanto influire (aspetti indiretti), al fine di valutarne la significatività in condizioni operative normali, anomale e di emergenza. Gli aspetti ambientali possono risultare in rischi e opportunità associati con impatti ambientali negativi o impatti ambientali positivi.

Il processo definisce le modalità per le Società del Gruppo relativamente:

  • all’identificazione, all’accesso, alla verifica dell’applicabilità, alla conservazione e all’aggiornamento degli obblighi di conformità;
  • alla diffusione degli obblighi di conformità in materia ambientale applicabili a tutte le attività svolte dalle Società del Gruppo.

Il processo è finalizzato a determinare le esigenze di formazione necessarie in relazione agli aspetti ambientali associati alle attività/servizi erogati dalle società del Gruppo e ad assicurare l’adeguata competenza delle persone che svolgono attività lavorative che possono influenzare le prestazioni ambientali e la capacità di adempiere agli obblighi di conformità applicabili.

Il processo definisce le modalità adottate dal Gruppo per la gestione delle attività di:

  • monitoraggio delle prestazioni ambientali e dello stato di conformità nell’ambito del SGA;
  • comunicazione, reportistica verso il vertice aziendale e gli Organi di Controllo.

Il processo è finalizzato alla gestione degli adempimenti di natura ambientale, nelle fasi progettuale e di esercizio, relativamente agli scarichi di acque reflue e acque meteoriche, includendo i relativi trattamenti depurativi, e agli impianti con “vasche di accumulo a tenuta”, di pertinenza delle infrastrutture di titolarità di ENAV, o di titolarità di soggetti terzi e concessi in locazione a ENAV, nonché agli scarichi di acque reflue, e relativi trattamenti depurativi, verso reti gestite da terzi.

Il processo è finalizzato alla gestione dei rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi, prodotti dalle società del Gruppo ENAV in tutte le proprie sedi e siti, nello specifico rifiuti prodotti:

  • nell’ambito dello svolgimento delle proprie attività o erogazione di servizi;
  • da attività di installazione di apparati/sistemi, da lavori o da servizi affidati a società terze;
  • nell’ambito delle attività di manutenzione e/o installazione di sistemi/apparati, ad es. per il servizio di controllo del traffico aereo, da parte di Techno Sky.

Il processo identifica gli adempimenti e le prescrizioni necessari al fine di perseguire la riduzione delle emissioni di gas fluorurati a effetto serra, nell’ambito delle attività di installazione, conduzione e manutenzione, smantellamento, etc. che Techno Sky svolge, direttamente o tramite tecnici di imprese esterne, sulle apparecchiature contenenti Gas Fluorurati a effetto serra (F-gas).