A+ A-

ENAV si aggiudica un contratto in Libia

Roma, 18 dicembre 2018 - ENAV ha stipulato un contratto con la Libyan Civil Aviation Authority per l’ammodernamento degli equipaggiamenti della torre di controllo dell’International Airport di Tripoli.
 
In particolare, il contratto prevede la fornitura e l’istallazione di 3 nuove postazioni operative per i Controllori del Traffico Aereo, l’integrazione e messa in esercizio dei sistemi per le comunicazioni terra-bordo-terra e ground-ground, nonché delle infrastrutture per le reti dati e wireless.
 
Le nuove infrastrutture tecnico operative assicureranno l’erogazione di tutti i servizi per la navigazione aerea volti a garantire la piena operatività e sicurezza dello scalo.
La fine dei lavori è prevista entro il 2019.
 
Il contratto ha un valore pari a 2 milioni di euro e prevede inoltre un’opzione di 900.000 euro per la fornitura e l’istallazione della componentistica meteo.
 
ENAV collabora già con le autorità dell’aviazione libica e attualmente è impegnata nei lavori per la costruzione della nuova torre di controllo e del blocco tecnico dell’International Airport di Mitiga, l’altro scalo di Tripoli, che attualmente sta operando grazie ad una torre di controllo mobile fornita da ENAV.
 
Dichiarazione dell’AD Roberta Neri: Per ENAV operare in Libia ha un’importanza strategica: la zona sud del nostro spazio aereo infatti confina con quello libico che attualmente è soggetto a forti limitazioni ai voli commerciali. A marzo sarà completata la nuova torre di controllo di Mitiga, entro la fine del prossimo anno entrambi gli aeroporti di Tripoli saranno pienamente operativi grazie anche al nostro supporto. Riuscire a favorire lo sviluppo del trasporto aereo e i collegamenti con l’Europa significa, in prospettiva, aumentare i flussi di traffico di interesse per il nostro Paese e recuperare quelle rotte che in precedenza attraversavano i nostri cieli.
PDF