A+ A-

ASSEMBLEA DI ENAV SPA: APPROVATO IL BILANCIO 2019 NOMINATO IL NUOVO CDA 2020 – 2022

DIVIDENDO A 0,2094 EURO PER AZIONE
 
Roma, 21 maggio 2020 – L’Assemblea degli Azionisti di ENAV S.p.A., riunitasi in data odierna, ha approvato il bilancio della Società per l’esercizio 2019 e ha preso visione del bilancio consolidato.
 
Principali dati economici consolidati 2019
  • Ricavi: 902.9 milioni di euro (+1,5% rispetto al 2018)
  • EBITDA: 302.9 milioni di euro (+1,8% rispetto al 2018)
  • Risultato Operativo (EBIT): 170,6 milioni di euro (+3,4% rispetto al 2018)
  • Risultato netto: 118,3 milioni di euro (+3,4% rispetto al 2018)
  • Posizione finanziaria netta: 126,4 milioni di euro
Dividendo
L’Assemblea ha deliberato di corrispondere agli Azionisti un dividendo pari a 113,2 milioni di euro equivalente a 0,2094 euro per azione ordinaria. Il dividendo verrà posto in pagamento il 27 maggio 2020, con data stacco cedola il 25 maggio 2020 e record date il 26 maggio 2020. L’avviso di pagamento del dividendo sarà pubblicato su almeno un quotidiano economico finanziario a tiratura nazionale il 22 maggio 2020.
 
Nomina del Consiglio di Amministrazione
L’Assemblea degli Azionisti, dopo avere determinato in 9 il numero dei componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione della Società, ha provveduto alla nomina dello stesso, con durata del mandato per il triennio 2020-2022 e pertanto fino all’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2022.
 
Il nuovo Consiglio di Amministrazione risulta così composto:
 
Francesca Isgrò (*), Paolo Simioni (**), Angela Bergantino (*), Fabio Pammolli (*), Giuseppe Lorubio (*) e Laura Cavallo (*) (appartenenti alla Lista di maggioranza (Lista 1) presentata dall’Azionista di maggioranza Ministero dell’Economia e delle Finanze, rappresentante il 53,28% del capitale sociale, votata dal 62,54% del capitale rappresentato in assemblea e Antonio Santi (*), Fabiola Mascardi (*) e Carlo Paris (*) (appartenenti alla lista di minoranza (Lista 2) presentata da un gruppo di società di gestione del risparmio e investitori istituzionali, complessivamente titolari del 5,10243% del capitale sociale, votata dal 29,18% del capitale rappresentato in assemblea.
 
(*) Candidato che ha dichiarato di essere in possesso dei requisiti di indipendenza stabiliti dalla legge (art. 147-ter e art. 148, comma 3, del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58), e dal Codice di Autodisciplina.
(**) Candidato che ha dichiarato di essere in possesso dei requisiti di indipendenza stabiliti dal Codice di Autodisciplina.
 
L’Assemblea ha inoltre nominato Francesca Isgrò Presidente del Consiglio di Amministrazione della Società ed ha altresì determinato i compensi spettanti ai componenti l’organo consiliare in euro 50.000 lordi annui per il Presidente del Consiglio di Amministrazione ed in euro 30.000 lordi annui per ciascuno degli altri Consiglieri.
 
Relazione sulla remunerazione
In merito alla Relazione sulla politica di remunerazione e sui compensi corrisposti predisposta ai sensi dell’art. 123-ter del D.Lgs. n. 58/98, l’Assemblea:
  • ha approvato con deliberazione vincolante la prima sezione di tale Relazione, che illustra la politica adottata dalla Società in materia di remunerazione per l’anno 2020 dei componenti il Consiglio di Amministrazione e dei Dirigenti con responsabilità strategiche e, fermo restando quanto previsto dall’articolo 2402 del codice civile, dei componenti il Collegio Sindacale;
  • si è espressa in senso favorevole, con deliberazione di carattere non vincolante, sulla seconda sezione di tale Relazione, contenente l’indicazione dei compensi corrisposti ai componenti del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale nonché ai Dirigenti con responsabilità strategiche nell’esercizio 2019 o ad esso relativi.
Piano di incentivazione di lungo termine
L’Assemblea: ha approvato il piano di incentivazione azionaria di lungo termine per il periodo 2020-2022, basato sull’attribuzione di azioni ordinarie della Società e destinato all’Amministratore Delegato e ad esponenti del management del Gruppo, nei termini e alle condizioni illustrate nel Documento informativo predisposto ai sensi dell’art. 84-bis del Regolamento Emittenti.
 
Autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie
L’Assemblea ha deliberato in merito alla richiesta di autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie, previa revoca della precedente autorizzazione di cui alla delibera dell’Assemblea degli Azionisti del 27 aprile 2018 per la sola parte non eseguita. L’Assemblea ha inoltre definito, secondo quanto proposto dal Consiglio di Amministrazione, finalità, termini e condizioni dell’acquisto di azioni proprie, fino a un massimo di 1.200.000, individuando in particolare le modalità di calcolo del prezzo di acquisto, nonché le modalità operative di effettuazione delle operazioni di acquisto. L’autorizzazione è stata concessa principalmente a servizio dei piani di incentivazione adottati dalla Società oltre che per attività di sostegno alla liquidità del mercato.
 
Partecipazione all’Assemblea
In considerazione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e tenuto conto delle previsioni normative conseguentemente emanate, con specifico riguardo a quanto previsto dall’art. 106, comma 4, del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 (convertito con Legge 24 aprile 2020, n. 27), l’intervento in Assemblea di coloro ai quali spetta il diritto di voto è avvenuto esclusivamente per il tramite del Rappresentante Designato dalla Società ai sensi dell’art. 135-undecies del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58.
 
L’Assemblea ha registrato la partecipazione dell’85,20% del capitale sociale.
 
***
I curricula dei nuovi Amministratori sono disponibili sul sito internet della Società (www.enav.it).
***
Il rendiconto sintetico delle votazioni verrà reso disponibile sul sito internet della Società (www.enav.it), in ottemperanza all’art. 125-quater del TUF, entro il prescritto termine di cinque giorni dall’Assemblea.
 
Indicatori alternativi di performance
Nel presente comunicato vengono utilizzati alcuni "indicatori alternativi di performance”, il cui significato e contenuto sono illustrati di seguito in linea con l’orientamento ESMA/2015/1415:
  • EBITDA (Earnings Before Interest, Taxes, Depreciation and Amortization): indicatore che evidenzia il risultato economico prima degli effetti della gestione finanziaria e di quella fiscale, nonché degli ammortamenti e svalutazioni delle attività materiali e immateriali e dei crediti e degli accantonamenti, così come riportati nello schema di bilancio e rettificati per i contributi in conto investimenti direttamente connessi agli investimenti in ammortamento a cui si riferiscono;
  • EBIT (Earnings Before Interest and Taxes): corrisponde all’EBITDA al netto degli ammortamenti rettificati dai contributi in conto investimenti e dalle svalutazioni delle attività materiali e immateriali e crediti e accantonamenti;
  • Posizione finanziaria netta: è la somma delle Passività finanziarie correnti e non, dei crediti finanziari correnti e non correnti al netto dei debiti finanziari non correnti riferiti al fair value degli strumenti finanziari derivati e delle Disponibilità liquide e mezzi equivalenti;