A+ A-

Approvato il progetto di Bilancio 2018

Eccellente performance operativa in un contesto di traffico in forte crescita
 
  • Traffico di rotta e di terminale in crescita rispettivamente del 9,3% e del 5,1% in termini di unità di servizio rispetto al 2017
  • Ricavi consolidati a 889,7 milioni di euro (+0,9% rispetto al 2017). Ricavi da attività operativa a 924,6 milioni di euro in aumento del 7,1% compensati dal meccanismo del balance
  • EBITDA consolidato a 297,4 milioni di euro (+4,9% rispetto al 2017)
  • Utile netto consolidato a 114,4 milioni di euro in aumento del 12,7% rispetto 2017
  • Proposta di distribuzione di dividendo di euro 0,1998 per azione (+7%), in linea con la dividend policy
  • Approvato il Bilancio di Sostenibilità 2018
Roma, 11 marzo 2019 - Il Consiglio di Amministrazione di ENAV S.p.A., riunitosi oggi sotto la presidenza di Nicola Maione, ha approvato il progetto di Bilancio 2018.
 
L’Amministratore Delegato Roberta Neri ha dichiarato: il 2018 è stato caratterizzato da un forte aumento del traffico sull’Italia che è andato ben oltre le attese. Grazie alla qualità e professionalità delle persone di ENAV e ai continui investimenti in innovazione e formazione, siamo riusciti a gestire gli elevati flussi di traffico garantendo un eccellente servizio per sicurezza e puntualità. Ormai l’elevata volatilità del settore è una realtà e i service provider devono muoversi in tempo per poter aumentare la capacità dello spazio aereo investendo in persone, infrastrutture e tecnologie innovative che siano strategiche per il Paese e per l’Europa. Nell’ottica di assicurare anche in futuro una performance operativa ai vertici del mercato, continuando a garantire sicurezza e puntualità ai passeggeri con un traffico aereo in crescita, abbiamo avviato un programma di assunzioni di giovani con profili altamente qualificati che, unitamente alle crescenti risorse che destineremo alle nuove tecnologie, garantiranno il successo e la sostenibilità della nostra azienda nel lungo termine.
 
Il 2018 è stato caratterizzato da un deciso aumento delle unità di servizio sia per il traffico di rotta che di terminale.
 
Il traffico di rotta, espresso in unità di servizio, è in aumento del 9,3% rispetto al 2017.
Dopo diversi anni di crescita debole, nel 2018 l’Italia mostra il tasso di crescita più alto tra i principali paesi europei: Francia +2,8%, Germania +4,3%, Gran Bretagna +3,6%, Spagna +5,9%.
La crescita del traffico di rotta sui cieli italiani, nel 2018, ha riguardato sia il traffico nazionale (+4,7%) che quello internazionale (+7,7%) ma soprattutto il sorvolo (voli che non decollano o atterrano sugli scali italiani), con un incremento del 14% in termini di unità di servizio. Tale performance, garantita in piena sicurezza, è anche da attribuire, oltre agli ottimi risultati sulla puntualità, all’implementazione della procedura Free Route grazie alla quale, le compagnie aeree che hanno volato sui cieli italiani hanno risparmiato 43 milioni di kg di carburante per minor emissioni pari a 135 milioni di kg di Co2.
Nonostante gli elevati volumi di traffico, la Società ha registrato nuovamente la migliore performance operativa tra i principali paesi europei in termini di puntualità, con un ritardo medio per volo assistito quasi 5 volte inferiore al target assegnato (0,024 minuti rispetto al target di 0,11 minuti).
Tale performance si traduce anche in un beneficio economico per le compagnie. Recenti studi di settore quantificano in 100 euro il valore medio del costo che i vettori sostengono per ogni minuto di ritardo generato dai service provider. La puntualità garantita da ENAV si è quindi tradotta in risparmi per circa 15 milioni di euro a beneficio delle compagnie aeree.
 
Il traffico di terminale nel 2018 è aumentato del 5,1%, in termini di unità di servizio, rispetto al 2017. La crescita è dovuta al generale buon andamento del traffico aereo su tutti gli scali nazionali e soprattutto alla componente di traffico internazionale che mostra un aumento del 5,9%. I principali scali italiani sono tutti in aumento, sempre in termini di unità di servizio, in linea con la media nazionale: Fiumicino +5,6%, Malpensa +8,9%, Venezia +6,4%, Bergamo +4,2% e Genova +15%. Lo scalo di Milano Linate è l’unico, tra i grandi aeroporti, che ha registrato un calo del 2,9%, a causa della cessata attività di Air Berlin e della riduzione dei voli di Air Italy. In decisa crescita anche gli aeroporti del sud e isole: Napoli +9%, Catania +9,9%, Palermo +12,7%, Bari +5,8% e Olbia +6,3%.
 
 
ANDAMENTO ECONOMICO-FINANZIARIO
 
I ricavi totali consolidati nel 2018 si attestano a 889,7 milioni di euro, in aumento dello 0,9% rispetto al 2017, con una forte crescita dei ricavi da attività operativa, riassorbita dal meccanismo del balance.
 
I ricavi da attività operativa, raggiungono i 924,6 milioni di euro, con un incremento del 7,1% rispetto al 2017. Tale risultato è legato principalmente all’aumento del 9,8% dei ricavi da servizi di rotta pari a 675,4 milioni di euro. I ricavi di terminale sono aumentati dell’1,4% attestandosi a 222,6 milioni di euro per l’effetto combinato dell’incremento delle unità di servizio sviluppate sui singoli aeroporti e della riduzione delle tariffe.
I ricavi da mercato non regolamentato ammontano a 13,6 milioni di euro, in flessione di circa 800.000 euro rispetto al 2017 per effetto del completamento di alcune commesse in medio-oriente ed in Africa. I ricavi da mercato non regolamentato si riferiscono a prestazioni di controllo delle radioassistenze in ambito nazionale ed internazionale per complessivi 2,6 milioni di euro, ad attività di formazione e ad attività di consulenza svolta principalmente sul mercato estero, tra cui si segnala: i) la consulenza per l’Air Traffic Control Center di Kuala Lumpur in Malesia per 2,6 milioni di euro e ii) la realizzazione della nuova torre di controllo dell’aeroporto di Mitiga in Libia per 3,7 milioni di euro.
 
La componente di balance, incide negativamente sull’ammontare dei ricavi per 80,7 milioni di euro, per effetto di: i) minori balance positivi iscritti nell’esercizio, con una variazione complessiva di 21,5 milioni di euro imputabile principalmente al balance per rischio traffico di rotta in quanto la differenza tra le unità di servizio sviluppate a consuntivo nel 2018 rispetto a quanto pianificato nel piano di performance, è risultata pari a -1,25%. Tale variazione rientra nel range -/+2% che rimane a carico dei service provider, non generando quindi l’iscrizione di balance per rischio traffico che, invece, nel 2017 ammontava a 17,2 milioni di euro; ii) l’iscrizione di balance negativi per 4,6 milioni di euro riferiti alla differenza di costi di Eurocontrol relativi al 2017; e iii) maggiore utilizzo in tariffa 2018 e quindi a conto economico dei balance iscritti negli esercizi precedenti che si attestano a -55,1 milioni di euro rispetto ai -24,1 milioni di euro del 2017.
 
I costi operativi si attestano a 592,4 milioni di euro in diminuzione dell’1% rispetto al 2017.
Il Gruppo ENAV ha proseguito nel suo percorso di efficientamento dei costi, grazie ad interventi su specifiche componenti di spesa ed all’ottimizzazione dei processi tra le società del Gruppo.
Il costo del personale si attesta a 480,2 milioni di euro, in lieve aumento rispetto al 2017. La lieve flessione dello 0,3% della componente fissa della retribuzione, dovuta alla riduzione dell’organico per 67 unità effettive e 61 medie, è stata compensata dal maggior costo derivante dal rinnovo contrattuale e dalla fisiologica crescita delle retribuzioni nonché dalla maggiore prestazione straordinaria dovuta all’aumento del traffico.
I costi esterni mostrano una riduzione del 3,8% rispetto al 2017, attestandosi a 143,2 milioni di euro, per effetto di una diminuzione delle spese di utenze e telecomunicazioni e al minor utilizzo dei servizi e supporti professionali esterni anche grazie ad un maggior ricorso all’internalizzazione di alcune attività.
 
Tali valori hanno contribuito all’aumento dell’4,9%, rispetto al 2017, del Margine Operativo Lordo (EBITDA), che raggiunge i 297,4 milioni di euro, con un margine EBITDA al 33,4%, in aumento +1,2 p.p. rispetto al 2017.
 
Il Risultato Operativo (EBIT) consolidato nel 2018 si è attestato a 164,4 milioni di euro, in incremento del 12,1% rispetto al 2017. L’EBIT margin nel 2018 è pari a 18,5% in miglioramento dell’1,9% rispetto al 2017.
 
L’utile netto nel 2018 raggiunge i 114,4 milioni di euro, in aumento del 12,7% rispetto al 2017.
 
La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2018 è negativa per 1,9 milioni di euro in netto miglioramento rispetto all’importo negativo di 117,5 milioni di euro registrato al 31 dicembre 2017. Tale risultato è frutto della dinamica degli incassi e dei pagamenti connessi all’operatività ordinaria che ha prodotto un flusso di cassa positivo, determinato anche dall’incremento del fatturato legato al maggior traffico aereo generato nel periodo, nonché del pagamento del dividendo per 100,9 milioni di euro, del versamento del saldo e del primo acconto IRES e IRAP per 43,5 milioni di euro, il pagamento del debito verso il Ministero dell’Economia e delle Finanze per 45,9 milioni di euro e all’acquisto di azioni proprie per 4,9 milioni di euro.
 
Bilancio di Sostenibilità 2018
In data odierna è stato approvato il Bilancio di Sostenibilità ENAV 2018 e Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario all’interno del quale l’Azienda ha presentato un piano triennale 2018-2020 di sostenibilità che, prendendo spunto dai diversi obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite, delinea una serie di azioni su tematiche specifiche ambientali e sociali.
 
Guidance 2019
Per l’esercizio 2019 la Società prevede ricavi netti stabili o in crescita low single-digit per effetto della riduzione della tariffa regolamentata in un contesto di crescita del traffico, ed EBITDA margin intorno al 32%, in leggera flessione rispetto al 2018 per effetto di alcuni costi che si prevede di sostenere nel corso del 2019 relativi all’implementazione del Piano Industriale. Gli investimenti nel 2019 subiranno un’accelerazione legata all’avvio delle principali iniziative del piano industriale 2018-2022 e saranno nell’ordine dei 125 milioni di euro, rispetto ai 117 milioni di euro del 2018. La società prevede, dunque, di poter indicare un dividendo per il 2020, relativo all’esercizio 2019, in crescita del 4% rispetto a quello confermato in data odierna per l’esercizio 2018, in linea con la dividend policy approvata e comunicata al mercato.
 
 
EVENTI DI RILIEVO SUCCESSIVI AL 31 DICEMBRE 2018
Il 28 febbraio 2019 è stato sottoscritto l’aumento di capitale della D-Flight S.p.A., società creata da ENAV per sviluppare la piattaforma U-space per l’erogazione dei servizi di Unmanned Aerial Vehicles Traffic Management (UTM), ovvero per la gestione dei cosiddetti "droni". In seguito all’aumento di capitale, per un importo pari a 6,6 milioni di euro, il capitale della D-Flight è detenuto per il 60% da ENAV e per il 40% da un veicolo costituito da Leonardo, Telespazio ed IDS-Ingegneria dei Sistemi.
In data 4 marzo 2019 la Capogruppo ha sottoscritto un’intesa finalizzata all’acquisizione del 100% della divisione Air Navigation di IDS-Ingegneria dei Sistemi S.p.A. che si occupa di sviluppare soluzioni software nei settori della gestione delle informazioni aeronautiche e gestione del traffico aereo. La divisione Air Navigation di IDS presenta ricavi stimati per il 2018 pari a 24 milioni di euro con un EBITDA margin atteso in linea con quello del Gruppo ENAV. L’accordo prevede che il 100% della divisione abbia una valutazione, al momento attuale antecedente la due diligence, che corrisponde ad un multiplo di 7.0x l’EBITDA 2018. Il closing dell’operazione è previsto entro l’estate 2019.
 
ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI
L’Assemblea degli Azionisti verrà convocata, in unica convocazione, in sede straordinaria ed ordinaria, per il giorno 26 aprile 2019 per l’approvazione del Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2018. All’ordine del giorno dell’Assemblea verranno altresì posti un argomento di parte straordinaria, relativo alla modifica dell’art. 7.2 dello Statuto in materia di convocazione delle assemblee ordinarie per l’approvazione del bilancio, gli argomenti di parte ordinaria inerenti la nomina del Collegio Sindacale per il triennio 2019-2021 e la fissazione del relativo compenso, e gli ulteriori argomenti di cui alla successiva sezione.
 
Corporate Governance
Nella riunione odierna, il Consiglio di Amministrazione ha approvato la Relazione sulla Remunerazione, predisposta in adempimento agli obblighi previsti dall’art. 123-ter del Testo Unico della Finanza e all’art. 84-quater del Regolamento Consob assunto con delibera n.11971 del 14 maggio 1999 (il Regolamento Emittenti).
Il Consiglio di Amministrazione ha poi approvato la Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari prevista dall’art. 123-bis del D. Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 (Testo Unico della Finanza).
Il Consiglio di Amministrazione, al termine della propria attività istruttoria, ha inoltre deliberato di sottoporre all’Assemblea la delibera inerente l’integrazione del Consiglio di Amministrazione nel numero fissato dall’Assemblea degli azionisti del 28 aprile 2017, con la nomina di un consigliere di amministrazione, in sostituzione di quello dimissionario, nonché quelle inerenti la Presidenza del Consiglio di Amministrazione.
Nella seduta odierna, il Consiglio di Amministrazione ha infine svolto l’annuale valutazione della sussistenza dei requisiti di indipendenza dei suoi membri ai sensi del D. Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e del Codice di Autodisciplina ravvisando la relativa permanenza in capo a Giuseppe Acierno, Fabiola Mascardi, Carlo Paris ed Antonio Santi. Il Collegio Sindacale ha verificato la correttezza dell’iter procedurale adottato dal Consiglio di Amministrazione a tal fine.
 
Proposta di dividendo
Il Consiglio di Amministrazione di ENAV S.p.A ha deliberato di proporre all’Assemblea di distribuire in favore degli Azionisti un dividendo di 0,1998 euro per azione, pari a 108,2 milioni di euro, relativo all’esercizio 2018, da mettere in pagamento il 22 maggio 2019, con stacco cedola fissato al 20 maggio 2019 e record date il 21 maggio 2019.
 
Acquisto azioni proprie
Come già comunicato al mercato, con le ultime operazioni eseguite il 12 ottobre 2018, ENAV ha completato l’acquisto di azioni proprie da destinare a servizio delle politiche di remunerazione adottate dalla Società autorizzato dall’Assemblea lo scorso aprile 2018. ENAV detiene in portafoglio n. 1.200.000 azioni proprie pari allo 0,22151% del capitale sociale.
PDF