A+ A-

L’ Assemblea degli Azionisti approva il Bilancio 2016. Nominato il nuovo CdA 2017 – 2019. Dividendo a 0,176 euro per azione.

Roma, 28 aprile 2017 – L’Assemblea degli Azionisti di ENAV S.p.A., riunitasi in data odierna, ha approvato il bilancio della Società per l’esercizio 2016 e ha preso visione del bilancio consolidato.
 
Principali dati economici consolidati
  • Ricavi: 865,3 milioni di euro (+1,8% rispetto al 2015)
  • EBITDA: 254,9 milioni di euro (+4,9% rispetto al 2015)
  • Risultato Operativo (EBIT): 116,9 milioni di euro (+25,1% rispetto al 2015)
  • Risultato netto: 76,3 milioni di euro (+15,5% rispetto al 2015)
  • Indebitamento finanziario netto: 100,1 milioni di euro
 
Dividendo
 
L’Assemblea ha deliberato di corrispondere agli Azionisti un dividendo pari a euro 95.347.011,76, equivalente a 0,176 euro per azione ordinaria. Il pagamento del dividendo avverrà il 24 maggio 2017, con stacco della cedola fissato il 22 maggio 2017 e record date il 23 maggio 2017. L’avviso di pagamento del dividendo sarà pubblicato su almeno un quotidiano economico finanziario a tiratura nazionale il 29 aprile 2017.
 
Nomina del Consiglio di Amministrazione
 
L’Assemblea degli Azionisti, dopo avere determinato in 9 il numero dei componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione della Società, ha provveduto alla nomina dello stesso, con durata del mandato per il triennio 2017-2019 e pertanto fino all’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2019.
 
Il nuovo Consiglio di Amministrazione risulta così composto:
 
Roberto Scaramella*, Roberta Neri, Giuseppe Acierno*, Maria Teresa Di Matteo, Nicola Maione* e Mario Vinzia (appartenenti alla lista di maggioranza (Lista 1) presentata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, titolare del 53,4% circa del capitale sociale, votata dal 70,41% del capitale rappresentato in assemblea) e Antonio Santi*, Fabiola Mascardi*, Carlo Paris* (appartenenti alla lista di minoranza (Lista 2) presentata da un gruppo di società di gestione del risparmio e investitori istituzionali, complessivamente titolari del 3,1% circa del capitale sociale, votata dal 29.5% del capitale rappresentato in assemblea).
 
L’Assemblea ha inoltre nominato l’Ing. Roberto Scaramella Presidente del Consiglio di Amministrazione della Società ed ha altresì determinato i compensi spettanti all’organo consiliare in euro 50.000 lordi annui per il Presidente del Consiglio di Amministrazione ed in euro 30.000 lordi annui per ciascuno degli altri Consiglieri di Amministrazione.
 
(*) Candidato in possesso dei requisiti di indipendenza stabiliti dalla legge (art. 147-ter e art. 148, comma 3, del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58), e dal Codice di Autodisciplina delle società quotate pubblicato da Borsa Italiana cui ENAV ha aderito, richiamati dallo Statuto di ENAV.
 
Integrazione del Collegio Sindacale
 
L’Assemblea, chiamata a deliberare con le maggioranze di legge, ai sensi dell’art. 21.3 dello Statuto, sull’integrazione del Collegio Sindacale con la nomina di un sindaco supplente, sulla base delle candidature presentate, ha nominato quale sindaco supplente il Dott. Francesco Schiavone Panni. Il Sindaco così nominato scadrà dalla carica unitamente agli altri membri del Collegio e, pertanto, alla data dell’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2018.
L’Assemblea ha, inoltre, deliberato di rideterminare i compensi spettanti ai componenti del Collegio Sindacale, in euro 40.000 lordi annui per il Presidente del Collegio Sindacale ed euro 25.000 lordi annui per ciascun Sindaco effettivo.
 
Relazione sulla remunerazione
 
L’Assemblea ha deliberato in senso favorevole sulla prima sezione della relazione sulla remunerazione di cui all’ art. 123-ter, comma 3, del D. Lgs. n. 58/98, approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 16 marzo 2017 e contenente la politica di remunerazione della Società per l’esercizio 2017.
 
Piano di performance share 2017-2019
 
L’Assemblea, esaminato il documento informativo predisposto dal Consiglio di Amministrazione ai sensi dell’art. 84-bis del Regolamento Emittenti,
 
ha approvato:
  • il piano di incentivazione azionaria di lungo termine denominato “Piano di Performance Share 2017 – 2019”, nei termini e alle condizioni illustrate nel documento informativo,
e ha deliberato:
  • di attribuire al Consiglio di Amministrazione e per esso al Presidente e all’Amministratore Delegato, in via disgiunta tra loro, ogni più ampio potere occorrente alla concreta attuazione del Piano di Performance Share 2017 – 2019, ivi incluso il potere di subdelega al Comitato Remunerazioni e Nomine, da esercitare nel rispetto dei criteri applicativi illustrati nel documento informativo.
 
Acquisto di azioni proprie
 
L’Assemblea, anche al fine di dare seguito al “Piano di Performance Share 2017 – 2019”, ha approvato, come proposto dal Consiglio di Amministrazione, l’acquisto e la disposizione di azioni proprie fino a un massimo di n. 850.000.
 
Partecipazione all’Assemblea
 
L’Assemblea ha registrato una consistente partecipazione degli azionisti istituzionali presenti con il 75,79% del capitale sociale.
***
I curricula dei nuovi Amministratori sono disponibili sul sito internet della Società (www.enav.it).
***
Il rendiconto sintetico delle votazioni verrà reso disponibile sul sito internet della Società (www.enav.it), in ottemperanza all’art. 125-quater del TUF, entro il prescritto termine di cinque giorni dall’Assemblea.
***
Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dott.ssa Loredana Bottiglieri, attesta, ai sensi del comma 2 articolo 154-bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.
 
Indicatori alternativi di performance
 
Nel presente comunicato vengono utilizzati alcuni "indicatori alternativi di performance”, il cui significato e contenuto sono illustrati di seguito in linea con l’orientamento ESMA/2015/1415:
 
EBITDA: indicatore che evidenzia il risultato economico prima degli effetti della gestione finanziaria e di quella fiscale, nonché degli ammortamenti e svalutazioni delle immobilizzazioni e dei crediti e degli accantonamenti, così come riportati nello schema di bilancio e rettificati per i contributi in conto investimenti direttamente connessi agli investimenti in ammortamento a cui si riferiscono;
 
EBIT: corrisponde all’EBITDA al netto degli ammortamenti rettificati dai contributi in conto investimenti e dalle svalutazioni delle immobilizzazioni e crediti e accantonamenti;
 
Indebitamento finanziario netto: è la somma delle Passività finanziarie, delle Attività finanziarie riferite al fair value del derivato e delle Disponibilità liquide e mezzi equivalenti;