A+ A-

D-Flight al DRONE ENABLE SYMPOSIUM 2019

Immagine
Dal 12 al 14 Novembre 2019, l’ICAO ha ospitato a Montreal la terza edizione del simposio dedicato ai velivoli a pilotaggio remoto (Unmanned Aircraft Systems - UAS).
DRONE ENABLE si è posto l’obiettivo di portare a confronto i temi di rilievo di un settore in forte evoluzione, con particolare focus sulle principali sfide tecnologiche, gli sviluppi normativi, e sull’importante aspetto relativo alla gestione dei velivoli a pilotaggio remoto nello spazio aereo, ovvero l’Unmanned” Airspace Management (UTM) all’interno degli Stati membri ICAO.
 
Per D-Flight - presente con un proprio spazio espositivo che ha richiamato il contributo anche di ENAC e Aeronautica Militare – è stata un’importante occasione di visibilità e di networking in cui sono stati condivisi, con i principali stakeholder internazionali, gli obiettivi strategici e operativi della sua roadmap. Non solo: D-Flight, è intervenuta all’Assemblea del Simposio con la presentazione di un documento congiunto con ENAC dal titolo “ITALY submission on ICAO Unmanned Aircraft System Traffic Management (UTM) - Request for Information (Drone Enable 3)”, a cura  del CEO di D-Flight, Cristiano Baldoni.

D-Flight è la società creata da ENAV nel novembre 2018 per lo sviluppo della piattaforma U-SPACE per l’erogazione dei servizi agli Unmanned Aerial Vehicles (UAV), i veivoli a pilotaggio remoto, più comunemente chiamati “droni”. Il capitale della Società è detenuto per il 60% da ENAV e per il 40% da una compagine di importanti realtà industriali italiane di settore.
 
D-Flight è la risposta dell’industria italiana alla sfida lanciata dall’Unione Europea. La piattaforma U-SPACE, sviluppata da D-Flight, consentirà l’integrazione di molteplici tecnologie per la movimentazione sicura nello spazio aereo civile dei velivoli a pilotaggio remoto.